top of page

Draghi e il nuovo ruolo dell’Italia

Aggiornamento: 4 apr 2023

Nelle poche settimane di Governo, Draghi ha già imposto all’Italia e al mondo la sua linea di pensiero con affermazioni e gesti significativi. Il 31 marzo scorso il premier ha applicato il Golden power, cioè uno strumento che permette allo stato di intervenire nelle transazioni di mercato riguardanti settori considerati strategici, per evitare che una piccola azienda lombarda, produttrice di semiconduttori, venisse rilevata da un fondo di investimento cinese. Questa scelta, per essere pienamente compresa, deve essere analizzata nelle sue molteplici cause e non essere semplicisticamente ricondotta alla difesa dell’indipendenza economica delle aziende italiane, infatti questa decisione è stata principalmente guidata da interessi politici e geopolitici.

Draghi, percependo l’instabilità che si stava creando all’interno della vasta e frammentata coalizione di Governo, decise di rafforzare la propria autorità politica attraverso questa inaspettata soluzione che ha colto totalmente impreparati i partiti, i quali, impressionati dalla repentinità e dalla risolutezza della decisione, si sono racchiusi in un cora